Vi Presentiamo

il Ragù che Pensa…
Il Ragù che pensa…

L’ho chiamato Ragù che pensa per i tempi lunghi di cottura. 

Ci vogliono quattro giorni per raggiungere il risultato finale: i primi due sono dedicati alla delicata procedura per la preparazione del concentrato; gli altri due giorni alla cottura, per permettere alla carne di rilassare il tessuto e scaricare liquidi.

Mi sono ispirato alla cucina tradizionale napoletana e ai ricordi della mia infanzia. Infatti, quand’ero piccolo, mia madre e mia nonna preparavano il pranzo domenicale e io desideravo fortemente inzuppare il pane nella pentola; ma purtroppo non mi era concesso perché rischiavo di lasciare le molliche di pane nel sugo. Per questo, il pane con il ragù, la migliore colazione della domenica, l’ho sempre chiamato “Pane proibito”.

Gennaro Galeotafiore

chef1

The word from

OUR CHEF

In volutpat vehicula iaculis. Nullam dapibus velit vel suscipit malesuada. Morbi tincidunt, dui tristique tincidunt faucibus, purus sapien consectetur libero, vitae venenatis eros lacus vitae erat. Mauris tristique pretium tristique. Integer at nulla at eros suscipit suscipit vitae nec diam. Nullam dictum sed metus nec mollis. Vivamus id consectetur mauris. Praesent dui purus, interdum eget urna nec, mollis condimentum magna.

In aliquet quis magna in placerat. Suspendisse nec efficitur purus. Curabitur vitae congue urna. Donec nec finibus orci, at luctus nisi. Donec nulla felis, auctor ac lacus et, varius congue leo. Donec eu tempor purus.

Vivamus id consectetur mauris. Praesent dui purus – interdum eget urna nec!

Frederico Bagrationi

Resto Seven Head Chef
frederick
Pizza & Fritti è un Marchio Sapori Di Napoli Srl – Tutti i diritti riservati